Il caso Sudafrica: verdura a prezzi bassi e dieta migliorata

martedì, 2 aprile 2013

VERDURE-AFRICASecondo i risultati di uno studio condotto dalla rinomata Rand Corporation in Sudafrica a partire dal 2009, incrementando del 25% gli sconti sui prezzi di alcuni cibi “della salute” scelti tra un paniere di prodotti selezionati da nutrizionisti e medici, si garantisce un aumento del consumo medio di questi prodotti e quindi un innegabile miglioramento nella dieta alimentare di una popolazione.

All’esperimento sudafricano hanno partecipato 800 distributori alimentari e un totale di oltre 170mila famiglie come consumatori.

Lo studio si basava su sconti promossi dalla principale compagnia di assicurazioni alla persona del paese nell’ordine del 10% e 25% solamente su prodotti considerabili sani secondo un giudizio medico-scientifico.

L’indagine ha confermato ancora una volta che la logica dell”incentivo economico è una leva fondamentale nella dinamica dei consumi: ad una diminuzione di prezzo pari al 25% si è trovato infatti corrispondere un aumento medio nel consumo di “cibi sani” (quelli previsti nel paniere degli sconti) pari al 9,3%, ma l’effetto più positivo +è che il comportamento alimentare virtuoso è risultato durare nel tempo.

 

FONTE Articolo

 

 

Articoli collegati

Tag:, , , , , , ,

Scrivi una nota